QCAD 3.18.0 rilasciato


Appena rilasciato un nuovo aggiornamento per QCAD, il software CAD 2D della Ribbonsoft multi – piattaforma. L’aggiornamento dopo oltre tre mesi da”ultimo rilascio un tempo lungo per i cicli del software è subito spiegato. Infatti, la nuova porta molte novità e il relativo aumento di versione.

Rilasciato infatti QCAD 3.18.0 proprio oggi data di rilascio del 22 settembre 2017.

Ricordo sempre che QCAD è un software multi – piattaforma ed è disponibile in tre varianti versioni. Ovvero: nella versione PRO quella a pagamento, nella versione base gratuita e nella versione community come software Open Source.

Le modifiche e gli aggiornamenti che QCAD 3.18.0 apporta rispetto alla versione precedente sono:

  • QCAD Professional:
    • Draw:
      • Polilinea: Crea da segmenti, Convertire le spline collegate in segmenti di arco;
      • Arc to Line Segments,Convertire i segmenti di arco in segmenti di linea retta;
    • Hatch from Segments:
      • Mostra avviso se il bordo del portello non è chiuso;
      • Consenti all’utente di aggiungere / rimuovere più segmenti se il confine non è chiuso;
    • Menù contestuale: spline: Crea una polilinea automatica;
    • Strumenti della riga di comando: dwg2maptiles:
      • la piastrella con y = 0 è in alto per impostazione predefinita (WMS);
      • aggiungere switch -tms per y = 0 in basso (TMS);
      • miglioramenti delle prestazioni;
      • aggiungere opzioni per generare output con processi multipli:
        • aggiungere switch -e ROW, COL per specificare una singola piastrella da generare;
        • aggiungere switch -s N, M per generare sottosezione N delle sezioni M;
        • estendere l’interruttore -z per accettare i livelli di zoom per generare (ad esempio 3-3, 3-5 o 1,3,5);
    • Modifica> Preferenze applicazione> Widget> Elenco livelli: Aggiungi preferenza “Spegnimento significa congelare” per scegliere tra congelamento o nascondere i livelli;
    • Misc> Modifica> Reset Tangenti di Spline: Ripristina tutte le tangenti di avvio e di fine di spline selezionate;
    • Aggiornamento a Teigha 4.3.1: Aggiungere supporto di lettura / scrittura per DXF / DWG R32 (2018);
    • Ricorda lo stato massimo della finestra tra le sessioni;
    • Traduzioni: Aggiornata traduzione dell’interfaccia utente giapponese;
  • e la correzione di bug quali:
    • FS#1614 – View > Selection Filter: no choices for linetype property;
    • FS#1615 – Decimal point of dimensions shown as ‘?’, preferences page throws exception;
    • FS#1616 – Edit > Convert Drawing Unit: leader arrow switched off;
    • FS#1618 – Modify > Auto Trim: fails when extending (depending on clicked position);
    • FS#1619 – Context menu: relocating start point of selected polyline does not terminate;
    • FS#1622 – X Scale Property lost for Simple Texts and Attributes;
    • FS#1630 – File > SVG Export: polylines with arc segments with large radii imprecise;
    • FS#1631 – dxflib: wrong definition of DL_POLYLINE3D flag

Per vedere tutti i cambiamenti di questa e delle altre versioni delle nuove aggiunte o dei problemi riscontrati e risolti, basta andare alla pagina qcad – changelog.

Anche in questa versione come accade ormai da un pò, non verranno più scaricati la versione community e quella professional separatamente. Infatti, ci troveremo installato QCAD con in versione di prova gratuita gli add-on della versione PRO. Gli add-on il consistono nel supporto DWGPRO TOOLS e CAM. Avremo quindi installato con durata di tutte le funzioni a tempo la versione Trial di QCAD Professional, e scaduto il tempo di prova che dura 15 minuti a sessione si proseguirà con l’utilizzo della versione community. Per riutilizzare gli add-on bisogna riavviare il software.

Se vogliamo invece utilizzare QCAD in tutto e per tutto nella versione Community bisogna disinstallare i componenti aggiuntivi di prova a tempo. Per disinstallare i componenti aggiuntivi, basta cliccare su “Rimuovi” accanto al componente aggiuntivo evidenziato a destra nella finestra di prova.

Da vedere anche QCAD Command Line Tools pagina che illustra alcuni strumenti da riga di comando che consentono la conversione batch dei file di disegno CAD (aggiornato al 28 febbraio 2017).

Sito ufficiale di QCAD da dove si scarica l’ultima versione del software. Disponibile per Windows a 32 e 64 bit con pieno supporto a Windows 10, per Linux a 32 e 64 bit e per Mac OS X versioni per gli OS 10.11, 10.10, 10.9, 10.8, 10.7, 10.6 solo processori Intel. Per il downloadDisponibile anche la versione QCAD/CAM Professional Trial Version 3.17.0.

Il codice sorgente di QCAD e solo il sorgente è rilasciato sotto i termini della (GPL v3GNU General Public Licenseversione 3. Per vedere tutte le licenze vedere il file LICENSE.txt ;

Questo invece il sito della Ribbonsoft da qualche tempo è disponibile una sola versione quella Professional al costo di  33.00 €  mentre ulteriore consegne avverranno su supporto CD-ROM al costo di € 12.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*