QCAD 3.19.0


Da poco è stato rilasciato un nuovo aggiornamento per QCAD, il software CAD 2D multi – piattaforma della Ribbonsoft. Versione questa con molte novità e come ormai spesso accade le nuove caratteristiche toccano sopratutto alla versione Professional e al CAM. Disponibile per il download la nuova QCAD 3.19.0.

Ricordo sempre che QCAD è un software multi – piattaforma ed è disponibile in tre varianti versioni. Ovvero: nella versione PRO quella a pagamento, nella versione base gratuita e nella versione community come software Open Source.

Le modifiche e gli aggiornamenti che QCAD 3.19.0 apporta rispetto alla versione precedente sono:

  • Modify > Explode: Assicurarsi che l’ordine di traino dei segmenti della polilinea esplosa corrisponda all’ordine della linea polilinea originale;
  • File> Nuovo: Utilizza il predefinito e il peso lineare per il livello 0;
  • Caricare i caratteri TTF nella directory “fonts”;
  • Aggiunta di osifont;
  • Miglioramento delle prestazioni per i disegni con molti blocchi;

  • QCAD Professional:
    • Draw:
      • Viewport > Add Viewport:
        • Definire la porta di visualizzazione nello spazio modello e collocare nel layout / spazio carta;
        • Impostazione della scala di visualizzazione;
        • Impostazione dell’angolo di rotazione della vista;
      • Polyline > Create from Selected Entities:
        • Convertire le spline selezionate in segmenti di arco;
    • Dimension: Aggiungi opzione per impostare automaticamente il fattore lineare, a seconda della visualizzazione sottostante;
    • Edit > Application Preferences:
      • Open/Save > Templates: Aggiungi preferenza per il modello predefinito utilizzato per i nuovi disegni;
      • File > Print Preview: Aggiungi preferenza per passare automaticamente all’anteprima di stampa per i blocchi di layout;
    • Block:
      • Rename: Rinominare i layout;
      • Remove Block: Eliminare anche i blocchi di layout / blocco carta;
      • Add Layout Block: Aggiungere un nuovo blocco di layout / spazio carta;
    • File > Print: Memorizza le impostazioni della stampante e della carta per ogni blocco o layout / spazio carta;
    • Layer list: Ricorda / conserva lo stato di strati compilato;
    • Command line tools:
      • dwg2bmp, dwg2maptiles, dwg2pdf, dwg2svg: accetta il nome del layout (o il nome del blocco) per l’interruttore di blocco;
      • dwg2svg: aggiunge i percorsi clip per le visualizzazioni;
    • Correggere il bug – fix relativo a Teigha nel binario a 32bit su Linux;
    • Fix “by layer” line weight and line style of entities rendered in viewports;
  • QCAD / CAM:
    • Fix omitted last level when using multiple passes (rounding issue);
    • Add postprocessor “DXF”:
      • scrive il percorso CAM nell’ordine giusto per DXF;
      • aggiungere opzioni di configurazione:
        • interpolare le spline come archi;
        • interpolare le ellissi come archi;
        • dividere l’output a 2D;
        • aprire l’output in QCAD dopo la generazione;
        • Versione di formato di uscita DXF;
  • Correzioni di bug:
    • FS#1574 – Livello> Rimuovi: l’eliminazione del sublayer passa al layer 0.

Per vedere tutti i cambiamenti di questa e delle altre versioni delle nuove aggiunte o dei problemi riscontrati e risolti, basta andare alla pagina qcad – changelog.

Anche in questa versione come accade ormai da un pò, non verranno più scaricati la versione community e quella professional separatamente. Infatti, ci troveremo installato QCAD con in versione di prova gratuita gli add-on della versione PRO. Gli add-on il consistono nel supporto DWGPRO TOOLS e CAM. Avremo quindi installato con durata di tutte le funzioni a tempo la versione Trial di QCAD Professional, e scaduto il tempo di prova che dura 15 minuti a sessione si proseguirà con l’utilizzo della versione community. Per riutilizzare gli add-on bisogna riavviare il software.

Se vogliamo invece utilizzare QCAD in tutto e per tutto nella versione Community bisogna disinstallare i componenti aggiuntivi di prova a tempo. Per disinstallare i componenti aggiuntivi, basta cliccare su “Rimuovi” accanto al componente aggiuntivo evidenziato a destra nella finestra di prova.

Da vedere anche QCAD Command Line Tools pagina che illustra alcuni strumenti da riga di comando che consentono la conversione batch dei file di disegno CAD (aggiornato al 28 febbraio 2017).

Sito ufficiale di QCAD da dove si scarica l’ultima versione del software. Disponibile per Windows a 32 e 64 bit con pieno supporto a Windows 10, per Linux a 32 e 64 bit e per Mac OS X versioni per gli OS 10.11, 10.10, 10.9, 10.8, 10.7, 10.6 solo processori Intel. Per il downloadDisponibile anche la versione QCAD/CAM Professional Trial Version 3.17.0.

Il codice sorgente di QCAD e solo il sorgente è rilasciato sotto i termini della (GPL v3GNU General Public License versione 3. Per vedere tutte le licenze vedere il file LICENSE.txt ;

Questo invece il sito della Ribbonsoft da qualche tempo è disponibile una sola versione quella Professional al costo di  33.00 €,  la versione “QCAD/CAM: QCAD Pro + CAM Add-on” al costo di 89,00 €, mentre se vogliamo la consegna su supporto CD-ROM ha un costo di € 12.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*