Darktable 2.0.6 rilasciato


Nuovo aggiornamento disponibile per Darktable, il software Open Source per i sistemi operativi Linux e MAC OS X indirizzato all’editing fotografico di tipo non distruttivo paragonabile per gli strumenti a disposizione a molti software commerciali. Disponibile per il download Darktable 2.0.6.

Darktable è un software Open Source per l’editing fotografico con il supporto per molte macchine fotografiche e che dispone di una serie di strumenti simili a molti programmi commerciali per la modifica delle immagini di tipo non distruttivo, concentrandosi principalmente sul miglioramento del flusso di lavoro. Non di semplice utilizzo è adatto sopratutto ai fotografi di professione anche perché in grado di gestire un elevato numero di immagini.

Il metodo non distruttivo tipico di molti software “sopratutto a pagamento” che però dispone anche questo magnifico software Open Source, permette in pratica di non modificare immediatamente il dato raster bensì di mantenere intatto il file originale fino alla fase finale di esportazione.

Darktable 2.0.6 è la quinta release di bugfix per la serie 2.0, e le differenze che questa nuova versione porta rispetto alla versione 2.0.5 sono:

  • Come nuove caratteristiche:
    • Formato writer per i file Jpeg, grazie alla libreria libexiv2 si possono ora scrivere i metadati così come gli altri formati;
    • Accept non-mosaiced raw con 4 canali, assume RGBA. Il canale alfa viene ignorato;
  • Bug corretti:
    • Ennesimo bug corretto per la regressione della tematizzazione gtk;
    • OpenCL: per scartare i dispositivi basati su CPU OpenCL;
    • Darktable-cli: non si èneanche tentato di ripararlo il software non ne ha bisogno;
    • Rawspeed: NikonDecoder, correzioni al problema di carico a file grezzi a fotocamere Nikon;
    • OpenCL: fix al confine di manipolazione al modulo crop&rotate;
    • Hotpixels iop: lavoro per X-Trans;
    • Clipping IOP: larghezza del percorso della scala di grigio con livello di zoom;
    • Altre correzioni a fotocamere Canon per la lettura da exif;
    • modello Fixup Bayer per Olympus SP570UZ;
    • Fix numero di build interno;
  • Supporto di base per:
    • Canon EOS-1D X Mark II;
    • Canon EOS 1300D;
    • Canon EOS Kiss X80;
    • Canon EOS Rebel T6;
    • Canon EOS M10;
    • Canon PowerShot G7 X Mark II;
    • Canon PowerShot G9 X;
    • Fujifilm X-T2;
    • GITUP GIT2 action camera;
    • Panasonic DMC-FZ18 (16: 9, 3: 2);
    • Panasonic DMC-FZ50 (16: 9, 3: 2);
    • Pentax K-1;
    • Sony DSLR-A380;
    • Sony ILCE-6300;
    • Nikon D500;
    • Altre correzioni whitelevel per fotocamere Nikon in particolare per il 12-bit e il RAW non compresso;
  • Preset del bilanciamento di bianco:
    • Canon EOS-1D X Mark II;
    • Canon EOS 1300D;
    • Canon EOS Kiss X80;
    • Canon EOS Rebel T6;
    • Canon EOS M10;
    • Canon PowerShot G7 X Mark II;
    • Fujifilm X-T10;
    • Sony ILCE-6300;
  • Aggiornamento della traduzione per lo slovacco.

Comunque, per vedere tutte le nuove funzionalità ed i miglioramenti che Darktable 2.0.6 porta con se, questa la pagina del rilascio.

Darktable ha una interfaccia utente non proprio semplice da utilizzare per un neofita. Come funzioni lo possiamo comparare a Lightroom di Adobe. Software non per l’utilizzo di tutti perché ci si addentra nella fotografia quindi più per i professionisti o al massimo appassionati della fotografia.

Darktable è disponibile pacchettizzata per tutte le distribuzioni principali Linux e per Mac OS X, ma anche per Solaris, FreeBSD. Purtroppo non c’è una versione compilata del software per Windows (sul link per le installazioni viene specificato che la comunità non ha contribuito a creare un installer. Se proprio si vuole installarlo lo si deve fare dai sorgenti altrimenti si deve optare per un software diverso. una valida alternativa è digicamcontrol, questo disponibile solo per Windows).

Link alla Home del progetto;

Link per installare da terminale e per tutte le distro;

Link per il download da SourceForge;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*