Darktable 2.2.2 rilasciato


Disponibile un nuovo aggiornamento per Darktable, il software Open Source per i sistemi operativi Linux e MAC OS X indirizzato per l’editing fotografico di tipo non distruttivo paragonabile per gli strumenti a disposizione a molti software commerciali. Il mese di gennaio ha visto due aggiornamenti minori della versione 2.2 (rilasciata a fine anno) ultimo disponibile per il download è Darktable 2.2.2.

Darktable è un software Open Source per l’editing fotografico con il supporto per molte macchine fotografiche e che dispone di una serie di strumenti simili a molti programmi commerciali per la modifica delle immagini di tipo non distruttivo, concentrandosi principalmente sul miglioramento del flusso di lavoro. Non di semplice utilizzo è adatto sopratutto ai fotografi di professione anche perché in grado di gestire un elevato numero di immagini.

Il metodo non distruttivo tipico di molti software “sopratutto a pagamento” che però dispone anche questo magnifico software Open Source, permette in pratica di non modificare immediatamente il dato raster bensì di mantenere intatto il file originale fino alla fase finale di esportazione.

Sul blog viene poi chiesto un favore di seguito la nota: to make sure that darktable can keep on supporting the raw file format for your camera, please help us by visiting https://raw.pixls.us/ and making sure that we have the full raw sample set for your camera under CC0 license!

Come detto. Darktable 2.2.2 è la seconda release di bugfix per la serie 2.2, e le differenze che questa nuova versione porta rispetto alla versione precedente sono:

  • Bug corretti:
    • Messa a fuoco nella vista principale. Impedisce accidentale perdita delle immagini;
    • Per OSX corretto il bug Bauhaus;
    • Per OSX corretto il PPD rilevamento automatico;
    • Non scrivere tutto il file XMP quando il distacco tag;
    • Bug che non mostrava il database di blocco popup quando DBUS viene utilizzato per avviare Darktable;
    • Eliminare XMP duplicati durante l’eliminazione dell’immagine duplicata;
    • Ignora UTF-8 BOM nel file GPX;
    • Corretto Fix importazione LR personalizzato dei diagramma dei toni;
    • Valutazione sovrascrittura Xmp da RAW durante l’esportazione;
    • Alcune correzioni per la perdita di memoria;
    • Sync XMP dopo alcune manipolazioni ai tag;
    • Explicitly link against math library.
  • Come nuove caratteristiche:
    • Color look up table module: include il preset per helmholtz/kohlrausch monochrome;
    • Modulo Obiettivo: riattivato il tiling;
    • Darkroom: fix di alcuni artefatti in anteprima immagine;
    • DNG decoder: supporta la lettura di un altro bilanciamento del bianco nel metodo di codifica;
    • In OSX visualizza un messaggio di errore quando viene rilevato una versione troppo vecchia del sistema operativo;
    • Alcuni aggiornamenti della documentazione e suggerimenti;
  • Supporto di base per:
    • Canon PowerShot SX40 HS (DNG);
    • Fujifilm X-E2S;
    • Leica D-LUX (Typ 109) (4: 3, 3: 2, 16: 9, 1: 1);
    • Leica X2 (DNG);
    • Nikon LS-5000 (DNG);
    • Nokia Lumia 1020 (DNG);
    • Panasonic DMC-GF6 (16: 9, 3: 2, 1: 1);
    • Pentax K-5 (DNG);
    • Pentax Kr (DNG);
    • Pentax K10D (DNG);
    • Sony ILCE-6500;
  • Profili di rumore:
    • Fujifilm X-M1;
    • Leica X2;
    • Nikon Coolpix A;
    • Panasonic DMC-G8;
    • Panasonic DMC-G80;
    • Panasonic DMC-G81;
    • Panasonic DMC-G85.

Per vedere comunque tutte le nuove funzionalità ed i miglioramenti che Darktable 2.2.2 apporta al programma, questa la pagina del rilascio.

Darktable ha una interfaccia utente non proprio semplice da utilizzare per un neofita. Come funzioni lo possiamo comparare a Lightroom di Adobe. Software non per l’utilizzo di tutti perché ci si addentra nella fotografia quindi più per i professionisti o al massimo appassionati della fotografia.

Darktable è disponibile pacchettizzata per tutte le distribuzioni principali Linux e per Mac OS X, ma anche per Solaris, FreeBSD. Purtroppo non c’è una versione compilata del software per Windows (sul link per le installazioni viene specificato che la comunità non ha contribuito a creare un installer. Se proprio si vuole installarlo lo si deve fare dai sorgenti altrimenti si deve optare per un software diverso. una valida alternativa è digicamcontrol, questo disponibile solo per Windows).

Link alla Home del progetto;

Link per installare da terminale e per tutte le distro;

Link per il download da SourceForge versione obsoleta;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*