CloudCompare v2.5.3


CloudCompare si aggiorna ed ora la versione stabile è la 2.5.3 a due mesi esatti dall’ultimo aggiornamento. Aggiornamento quello precedente in cui era presente qualche bug.  Mentre il nuovo aggiornamento l’autore scrive che si spera sia una versione stabile proprio per i problemi della v 2.5.2 e che come sempre porta delle novità e dei miglioramenti a quello che è uno dei migliori software per l’elaborazione delle nuvole di punti.

Ricordiamo che originariamente CloudCompare è stato progettato per eseguire il confronto tra due nuvole di punti 3D o tra una nuvola di punti ed una maglia triangolare.

Oggi però il software è molto migliorato ed è cresciuto di più di quando forse si pensava, dispone ora di molti algoritmi avanzati che permettono al software di fare il ricampionamento, la registrazione, colore, calcolo delle normali, ecc.

Open Source e multi-piattaforma capace di aprire e salvare in diversi formati, come BIN, ASCII, PLY, OBJ, VTK, LAS, E57, OUT, PCD, SOI, PN, PV, ICM, mentre permette il salvataggio per le nuvole di punti in BIN, ASCII, PLY, LAS, E57, VTK, PN, PV, PCD mentre per le mesh in OBJ, PLY, VTK, MAYA (ASCII).

v2.5.3 schermata con nuvola di punti aperta

v2.5.3 schermata con nuvola di punti aperta

In CloudCompare 2.5.3 tra le novità troviamo:

Un nuovo metodo che poi in realtà è un metodo alternativo per l’orientamento delle normali. Il comando si trova in “Edit > Normals > Orient > With Minimum Spanning Tree“. Questo metodo richiede molta più memoria ma funziona meglio rispetto al precedente;

Un nuovo metodo “Tools > Other > Density > Accurate” metodo più accurato per calcolare la densità locale del numero dei punti;

Un nuovo metodo per rimuovere i punti duplicati;

Un nuovo metodo per il comando “Edit > Crop” o ritaglia;

Un nuovo metodo per le strisce di colore in “Edit > Color > Height Ramp’ method“;

ccColorBanding

ccColorBanding

Poi ci sono tanti miglioramenti, per il sub-cambionamento dove ora è circa due volte più veloce, ha bisogno di meno memoria, è il metodo predefinito. Migliorato l’importazione per i file ASCII, ora si possono caricare anche quelli con colonne non valide, migliorato anche l’importazione dei file OBJ dove ora supporta anche l’importazione delle polilinee. Polilinee, che possono essere caricate anche da file DXF.

ccOBJPolylines

ccOBJPolylines

Almpliata la modalità a riga di comando con molte nuove opzioni per vedere tutte le opzioni da riga di comando sul wiki c’è la pagina apposta “CommandLine” aggiornata per l’occasione.

Per aggiornare all’ultima versione disponibile sia di CloudCompare che di CCViewer  basta andare sul sito del produttore danielgm e scaricarre direttamente sia il software che il visualizzatore per Windows disponibile sia per sistemi a 32 che a 64 bit.

Per Linux si rimanda a un sito dove troviamo pacchettizzato in un unico file .DEB aggiornabile anche da PPA grazie al lavoro di Romain Janvier disponibile QUI. Il file è unico ed installandolo troveremo sia CloudCompare (l’ultima versione pacchettizzata) che il visualizzatore ccViewer. Al momento anche se sul sito di Romain la versione che si scarica è nominata 2.5.3 in realtà si tratta della versione precedente e viene specifica che al momento è “occupato” e si dovrà apettare per avere la versione per Linux.

Stesso discorso fatto per l’OS Linux vale per Mac OS X (l’attuale versione funziona sulle versioni di OS X dalla 10.6 e successive) anche qui è presente un unico file pacchettizzato in .dmg grazie al lavoro in questo caso di Andy Maloney per il download anche dalla pagina principale del progetto saremo indirizzati al sito QUI.

Dato che CloudCompare è un software Open Source da github si possono scaricare i sorgenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*