CloudCompare v2.5.5


Da poco disponibile un nuovo aggiornamento per il software open source per il trattamento delle nuvole di punti. Si aggiorna infatti CloudCompare con l’ultima versione la 2.5.5. Questa volta l’aggiornamento non ha seguito quello che era ormai uno standard con un aggiornamento ogni due mesi dato che il tempo di questo nuovo rilascio è stato di circa tre mesi.

Ricordo sempre che se originariamente CloudCompare è stato progettato per eseguire il confronto tra due nuvole di punti 3D o tra una nuvola di punti ed una maglia triangolare. Oggi è molto cresciuto forse di più di quando si pensava. Dispone ora di molti algoritmi avanzati che permettono al software di fare il ricampionamento, la registrazione, colore, calcolo delle normali, ecc.

CloudCompare è un software Open Source e multi-piattaforma capace di aprire e salvare in diversi formati, come BIN, ASCII, PLY, OBJ, VTK, LAS, E57, OUT, PCD, SOI, PN,PV, ICM, mentre permette il salvataggio per le nuvole di punti in BIN, ASCII, PLY, LAS, E57, VTK, PN, PV, PCD mentre per le mesh in OBJ, PLY,VTK, MAYA (ASCII).

CloudCompare v2.5.5 introduce alcuni nuovi metodi:

cc_new global shift scale dialog

cc_new global shift scale dialog

Edit > Colors > Levels; metodo che permette di modificare l’istogramma del colore per tutti i canalli contemporaneamente o canale per canale;

Edit > Scalar field(s) > Convert to random RGB; converte un campo scalare di colori RGB casuali. L’utente deve solo specificare il numero di colori in un intervallo scalare sfMin, sfMax;

Display > Reset all GUI elements positions; fa si che al riavvio del programma gli elementi della GUI ritornino alla posizione di default;

La nuova versione introduce anche dei miglioramenri:

Point-pair (coppia di punti) strumento di allineamento basato su alcuni fattori. Quali, un numero minimo di coppie che passa da 3 a 4 per una migliore affidabilità, l’errore di ogni coppia di punti viene visualizzato in una nuova colonna questo premendo il pulsante Align. La possibilità di eliminare qualsiasi punto in qualsiasi momento grazie all’aggiunta di un nuovo pulsante. La possibilità ora di scegliere il centro di rotazione della finestra dopo avere allineato la nuvola.

Point-pair (coppia di punti) basata e metodo di registrazione ICP. Dove ora si può vincolare la registrazione attorno ad un asse X,Y,Z, e attorno ad una o più dimensioni Tx, Ty o Tz.

Global Shift & Scale mechanism. Per questo è stato creata una finestra di dialogo nuova (si spera più chiara), e la possibilità di cambiare manualmente nel file global_shift_list.txt i valori utile questo per chi usa sempre lo stesso sistema globale di coordinate.

E dei nuovi metodi:

I metodi Edit > Edit global shift e Edit > Edit global scale sono ora fusi in un unico metodo Edit > Edit global shift.

Con il nuovo aggiornamento si possono ora gestire coordinate per punti chiave con il Global Shift & Scale mechanism.

Migliorato il metodo SF arithmetics con nuove funzioni a disposizione. Velocizzato il sistema grazie alla possibilità di pre caricamento della nuvola nella memoria della scheda grafica (caratteristica che può essere disabilitata).

Visualizzazione istogramma migliorato con la libreria QCustomPlot.

Altre migliorie riguardano il caricamento dei file ASCII, nel caricamento dei file LAS (con una nuova opzione nella finestra di dialogo).

Aggiornato il plugin Poisson Surface Reconstruction (qPoissonRecon) basato ora sulla versione 5.71 della libreria PoissonRecon.

Lo strumento Interactive Transformation ora è molto più preciso grazie all’utilizzo delle sole matrici a doppia precisione.

Miglioramenti poi per la versione Mac OSX. Aggiunto il supporto al mouse 3D con la SDK 3Dconnexion che ora dovrebbe essere gestito meglio il wireless (il supporto è solo per OS Windows).

E naturalmente la correzione di numerosi bug.

Aggiornata anche alla versione 2.5.5 la  pagina CommandLine sulla pagina del Wiki. Pagina questa da consultare per vedere tutti i comandi eseguibili direttamente dalla riga di comandi.

Per scaricare l’ultima versione disponibile sia di CloudCompare che del visualizzatore CCViewer (il visualizzatore in questa versione subirà qualche settimana di ritardo per l’aggiornamento) basta andare sul sito del produttore danielgm e scaricarre direttamente sia il software che il visualizzatore per Windows disponibile sia per sistemi a 32 che a 64 bit.

Per Linux si rimanda a un sito dove troviamo pacchettizzato in un unico file .DEB, aggiornabile anche da PPA grazie al lavoro di Romain Janvier disponibile QUI. Il file è unico ed installandolo troveremo sia CloudCompare (ultima versione pacchettizzata) che il visualizzatore ccViewer.

Al momento anche se sul sito di Romain la versione che si scarica è nominata 2.5.3 in realtà si scarica la versione 2.5.2. Viene specifica che al momento è “occupato” e si dovrà aspettare per avere la versione per Linux pacchettizzata. Per aggiornare l’ultima versione bisogna utilizzare il sorgente.

Stesso discorso fatto per l’OS Linux vale per Mac OS X (l’attuale versione funziona sulle versioni di OS X dalla 10.6 e successive) anche qui è presente un unico file pacchettizzato in .dmg grazie al lavoro in questo caso di Andy Maloney. Per il download anche dalla pagina principale del progetto saremo indirizzati al sito QUI.

Dato che CloudCompare è un software Open Source da github si possono scaricare i sorgenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*