CloudCompare v2.6.0


Rilasciato un nuovo aggiornamento per CloudCompare ora la versione è la 2.6.0. Questa nuova release ha avuto tempi più lunghi e  si capisce il perchè dando uno sguardo alle tante novità introdotte. In primis il nuovo sito dedicato CloudCompare.org, ma sopratutto ci sono due nuovi plugin, diversi nuovi strumenti, un sacco di miglioramenti e tante correzioni di bug.

I nuovi plugin introdotti nella versione 2.6.0 sono:

  • qCork:
    • questo plugin permette di eseguire operazioni booleane sulle mesh;
    • permette di calcolare la differenza, l’unione o l’intersezione tra due mesh chiuse;
    • si basa sulla biblioteca cork di Gilbert Bernstein (Stanford). Al momento presenta delle limitazioni. Infatti non tiene gli attributi delle mesh tipo colore ecc. ed è funzionante solo su OS Windows.
  • qFaro I/O:
    • plugin per aprire file Faro FWS/FLS;
    • viene usato il condizionale, ma si dovrebbe aprire all’avvio di CloudCompare. Anche questo plugin è disponibile al momento solo per Windows (versione installer)

I nuovi metodi introdotti sono:

  • Tools > Clean > Noise filter, strumento simile al filtro SOR del plugin qPCL offre però più opzioni:
    • si può impostare un (sfera) raggio per cercare un numero fisso di punti, funziona meglio se la densità della nuvola non è costante;
    • possibilità di avere un errore assoluto invece che di un errore relativo;
    • possibilità di rimuovere dei punti isolati.
  • Edit > Mesh > Flag vertices by type:
    • strumento per misurare la qualità delle mesh;
    • evidenzia tutti i vertici di una mesh con diversi valori a seconda che appartengono ad un bordo standard (0), o su un bordo del foro (1), o un bordo multiplo (2);
    • visualizza nella console il numero totale di ciascun tipo di bordo nonché il numero totale di spigoli.
  • Edit > Mesh > Measure volume:
    • strumento di misurazione del volume delle mesh;
    • il risultato è valido solo se la mesh è chiusa.
  • Possibile l’esportazione delle mesh nel formato DXF in modo da poterla aprire con un software CAD;
  • Nuove opzioni “Display“:
    • Display > Lock rotation around vert. asse, per bloccare la rotazione manuale sullo schermo sull’asse verticale (scorciatoia: ‘L‘);
    • Display > Enter bubble-view mode, per attivare la modalità’ bubble-view (scorciatoia: ‘B‘ );
    • Questa è la nuova modalità predefinita attivata quando si fa clic su “Apply” tipicamente su i file PTX di Faro.
Fonte cloudcompare.org

Fonte cloudcompare.org

  • Nuove opzioni: “Transformation history
    • tutte le trasformazioni rigide applicate a qualsiasi oggetto 3D sono ora “tracciate“;
    • questo permette di determinare facilmente la trasformazione globale applicata ad un soggetto dal tempo di caricamento (anche dopo multipla trasformazione manuale o passaggi automatici di registrazione);
    • un widget dedicato “Transformation history” è stato aggiunto alla finestra di dialogo “Properties“. Questo widget permette inoltre all’utente di copiare la matrice negli appunti o di salvarlo come file di testo (per l’apertura in un secondo momento in Edit > Apply transformation;
  • Nuovi pulsanti nella finestra di dialogo “Apply Transformation
    • ASCII file“, abbiamo ora la possibilità di importare una matrice di trasformazione da un file ASCII;
    • Clipboard“, per incollare il contenuto degli appunti.
  • Per le versioni 64 bit, la profondità massima octree è ora 21 invece di 10:
    • CloudCompare sarà più efficiente con nuvole sopra i 20 / 30 milioni di punti, ciò porta anche ad un aumento di consumo il nuovo octree ha un incremento di 380 MB per 100 mila punti;
  • Il comando Edit > Merge funziona anche con le maglie;
  • qPoissonRecon aggiornato;
  • qEDL (Eye Dome Lighting) ora si comporta correttamente anche in modalità prospettiva;
  • Point picking tool: restaurate le coordinate vettoriali in 2-points labels;
  • Gestione Texture: le Texture sono ora gestite in modo più intelligente e corretto, con meno consumo di memoria e sono conservati i nomi originali;
  • Formato di file FBX;
  • Nuove opzioni nella finestra di dialogo di importazione Bundler;
  • plugin qSRA (Superficie delle analisi Revolution);
  • ASCII import / export: possono ora essere importati o esportati i colori RGB, modificati i termini dei pulsanti;
  • Modifiche a PLY import, PTX import (ora ci viene chiesto se calcolare le normali o meno), LAS import (ora gestisce i LAS 1.4), VTK import (Filtro VTK I / O è ora più intelligente e in grado di leggere i file Paraview VTK con più elementi per riga), PCL import/export;
  • Il Menù Edit > Sensors è stato riorganizzato;
  • Gestione del sensore della fotocamera migliorata:
    • I sensori della fotocamera sono creati automaticamente quando le nuvole vengono caricate da file Bundler o ICM;
    • una finestra di dialogo permette all’utente di creare o modificare i sensori della fotocamera;
    • il simbolo della telecamera in 3D è completamente configurabile (scala di visualizzazione, con o senza troncoconico);
    • i sensori delle fotocamere (e le immagini) possono ora essere salvate nel file BIN;
    • i comandi Camera Sensor > Project uncertainty‘ and ‘Camera Sensor > Compute points visibility, sono ora più intelligente e può essere applicato su qualsiasi nuvola di punti;

ccCameraSensor

  • Piano di gestione del sensore laser avanzati:
    • creati automaticamente i sensori GBL quando le nuvole vengono caricati da PTX o file Faro;
    • l’utente può ora applicare il sensore GBL ‘finestra’ per la visualizzazione in 3D;
  • Finestra di dialogo dei parametri della macchina fotografica: con una nuova impostazione “zNear relative position” per cambiare la posizione del piano di ritaglio vicino in modalità prospettica;
  • Nuove scorciatoie da tastiera:
    • A” per attivare tutte le entità di attivazione selezionata (ad esempio attivare / disattivare lo stato);
    • L” per bloccare la rotazione attorno all’asse Z;
    • B” per entrare nella modalità bubble-view;
  • Modalità riga di comando con nuove opzioni;
  • Il plugin qRansac per il rilevamento delle forme sono stati aggiornati i parametri in modo da essere più chiari;
  • I parametri di alcune primitive possono essere modificati interattivamente;
  • Nuovi metodi di “sand-box”;
  • Etichette 2D;
  • E naturalmente tanti bug corretti.

Per scaricare l’ultima versione disponibile questo il nuovo sito CloudCompare si può scaricare la versione per Windows a 32 e 64 bit, sia la versione installer che la versione archivio. Per Linux si rimanda a un sito dove troviamo pacchettizzato in un unico file .DEB, aggiornabile anche da PPA grazie al lavoro di Romain JanvierStesso discorso fatto per l’OS Linux vale per Mac OS X (l’attuale versione funziona sulle versioni di OS X dalla 10.8 e successive) anche qui è presente un unico file pacchettizzato in .dmg grazie al lavoro in questo caso di Andy Maloney. Per il download anche dalla pagina principale del progetto saremo indirizzati al sito QUI.

Dato che CloudCompare è un software Open Source da github si possono scaricare i sorgenti.

Ricordo sempre che se originariamente CloudCompare è stato progettato per eseguire il confronto tra due nuvole di punti 3D o tra una nuvola di punti ed una maglia triangolare. Oggi è molto cresciuto forse di più di quando si pensava. Dispone ora di molti algoritmi avanzati che permettono al software di fare il ricampionamento, la registrazione, colore, calcolo delle normali, ecc.

CloudCompare è un software Open Source e multi-piattaforma capace di aprire e salvare in diversi formati, come BIN, ASCII, PLY, OBJ, VTK, LAS, E57,OUT, PCD, SOI, PN,PV, ICM, mentre permette il salvataggio per le nuvole di punti in BIN, ASCII, PLY, LAS, E57, VTK, PN, PV, PCD mentre per le mesh inOBJ, PLY,VTK, MAYA (ASCII).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*