Slic3r 1.2.9


Tempo fa scrissi di questo software Slic3r. Software Open Source rilasciato sotto la licenza AGPLv3* e multi piattaforma che nasceva nel 2011 all’interno della comunità RepRap.

In quell’articolo la versione a disposizione era la 0.9.7. Ora a distanza di qualche anno avendo necessità di un generatore di G-code mi è ritornato utile l’articolo per il software. Quindi, con molto piacere ho potuto costatare che il software è stato costantemente aggiornato e la versione ad oggi disponibile è Slic3r 1.2.9 rilasciata il 20.06.2015.

Slic3r 1.2.9

Slic3r è basato su una comunità che si trova telematicamente su GitHub. E’ un software utilizzato da migliaia di persone e con oltre 500 forks. Come detto è un progetto senza scopo di lucro.

I miglioramenti man mano che le versioni sono aumentate sono tanti e per vedere tutte le caratteristiche nuove bisogna consultare le note di rilascio di ogni versione. tenendo conto che l’ultima versione rilasciata la 1.2.9 come detto è una versione stabile. Mentre la precedente versione stabile rilasciata era la versione 1.1.7. Tra le due versioni oltre ad essere passati 10 mesi sono passate anche ben 9 versioni dalla 1.2.0 alla 1.2.8.

Utile da vedere l’articolo sul blog “Announcing a new stable release: 1.2.9” dove vengono riassunte alcune dei miglioramenti che si sono susseguiti dalla versione stabile 1.1.7 a quella attuale 1.2.9.

Da vedere se vogliamo utilizzare il software è il “Manuale Slic3r” ben fatto. Poi per approfondire è consigliabile l’utilizzo del wiki dove è reperibile maggiore documentazione su Slic3r.

Per il download questa la pagina che rimanda ai pacchetti precompilati per le tre versioni OS X, Windows e Linux. Alla stessa pagina è spiegato come installare il software per tutti e tre i sistemi operativi da sorgenti.

da wikipedia: AGPLv3: La GNU Affero General Public License o GNU AGPL è una licenza di software libero pubblicata dalla Free Software Foundation. La GNU AGPL è simile alla capostipite GNU General Public License, eccetto per il fatto che ha una sezione aggiuntiva (la numero 13) che si riferisce all’utilizzo del software su una rete di calcolatori. Tale sezione richiede che il codice sorgente, se modificato, sia reso disponibile a chiunque utilizzi l’opera sulla rete. Il codice da fornire non sarà solo quello coperto da AGPL, ma anche tutti i moduli da esso utilizzati (escluse naturalmente le librerie di sistema). Come quasi tutte le licenze, la AGPL proibisce la rimozione della licenza stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*