Voxelizer 1.4.13


Aggiornamenti per Voxelizer, software avanzato, gratuito, multi – piattaforma per la stampa 3D di origina polacca. L’ultimo aggiornamento disponibile è Voxelizer 1.4.13.

Da segnalare che il software è in aggiornamento costante però solo per le versioni Windows (disponibile la versione 1.4.13 per 32 e 64 bit) e Mac OS X (disponibile la versione 1.4.12). Un pò abbandonato invece gli aggiornamenti per l’OS Linux fermo ancora alla versione 1.1.1 e solo per 32 bit da molto tempo (la versione Linux è disponibile nel formato .deb).

VOXELIZER 1.4.13

VOXELIZER 1.4.13

Mentre la versione Voxelizer 1.4.13 disponibile solo per Windows apporta solo delle correzioni per la risoluzione di alcuni crash. Molte solo le differenze della versione 1.4.12 (questa disponibile anche per OSX) rispetto alla versione 1.4.11. Più nel dettaglio le modifiche presenti in questa versione sono:

Scanning

  • QuickScan è ora l’unica modalità di scansione di default;
  • Ora le immagini vengono catturate ora separatamente e trattati durante la scansione;
  • Ora la scansione procede in fasi, in modo da adattarsi alla quantità di RAM;
  • Migliorata la precisione della linea laser;
  • Meno disturbi nell’acquisizione di fotogrammi;
  • Disponibile nuove opzioni di visualizzazione che forniscono una migliore anteprima dello stato dello scanner;
  • In modo sperimentale aggiunto l’elaborazione dei fotogrammi basata su GPU;
  • La modalità di scansione parziale che, consente la cattura di regioni più piccole che altrimenti non venivano considerate;
  • Ora prima della scansione sono previste ulteriori fasi di calibrazione automatica;

Multimateriale

  • Controllo del rapporto materiale;
  • “min artifact filament” separato per estursione 1 e 2;
  • pulizia periodica di ugelli non utilizzati nella stampa;

Collegamento della stampante

  • aggiunto funzionalità di aggiornamento del firmware (per ora solo ZMorph SX);
  • premendo il pulsante “Print” ci sono tre opzioni (salvataggio su scheda SD esterna, Invia a stampante, stampare direttamente);
  • quando si collega da HID, è possibile aprire una unità della stampante in explorer via “help -> open printer drive”;

Stampa 3D

  • Aggiunta modalità “complex” per la determinazione della posizione di partenza, aggiunta come default;
  • Ottimizzata i contorni di stampa, per i modelli più complessi;
  • Migliorata anche nella determinazione quando si deve cambiare le linee, il riempimento, materiale ecc;
  • Molti anche i miglioramenti e le correzioni per colorare la segmentazione;

Incisione immagine

  • Le immagini vengono ora ridimensionate per adattarsi dopo il caricamento;
  • Ora sono mostrate le dimensioni fisiche delle immagini;

Fresatura e taglio laser

  • Aggiunta l’impostazione di precisione del carico, questo definisce la precisione con cui le curve sono campionati durante l’importazione DXF;
  • Un migliore supporto del formato DXF;
  • Supporto per i file 3D DXF e generazione di gcodes;
  • Possibilità della fresatura 3D di lavorare con più oggetti voxel;

Altri miglioramenti e naturalmente tante correzioni di bug.

Comunque per vedere tutta la cronologia degli aggiornamenti basta andare alla pagina per il download. Per effettuare il download basta inserire una mail valida premere “Send” e sarà possibile scegliere la versione di Voxelizer da scaricare in base anche all’OS che si utilizza.

Voxelizer è un software che utilizza i pixel piuttosto che le mesh triangolari una tecnica chiamata voxelization da qui anche il nome del software.

Voxelizer è dedicato sopratutto alla stampante come detto prima aggiornata Zmorph 3D 2.0 S dato che è creato in casa dalla società produttrice di stampanti 3D, ma, è compatibile tutte le stampanti RepRap 3D tra cui Makerbot e Ultimaker. Il software apre anche altre possibilità dato che permette il processo difresatura 3D ed il taglio laser.

Voxelizer è dedicato sopratutto alla stampante come detto prima aggiornata Zmorph 3D 2.0 S dato che è creato in casa dalla società produttrice di stampanti 3D, ma, è compatibile tutte le stampanti RepRap 3D tra cui Makerbot e Ultimaker. Il software apre anche altre possibilità dato che permette il processo difresatura 3D ed il taglio laser.

Voxelizer con gli ultimi aggiornamenti è in grado di di generare gcodes dalla geometria 3D. Ed ora è capace di importare anche file con estensioni più diffuse quali OBJ oSTL.

In Voxelizer l’oggetto viene convertito in voxel. Infatti, l’intero modello da stampare viene trattato nel suo complesso volumetrico (come atomi).

Link al sito Voxelizer;

Link al sito delle stampanti Zmorph 3D;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*