Voxelizer 1.4.17


Nuovi aggiornamenti per Voxelizer, software avanzato, gratuito, multi – piattaforma per la stampa 3D di origina polacca. L’ultimo aggiornamento disponibile è Voxelizer 1.4.17.

Il software, anche se multi – piattaforma e in aggiornamento costante, si è visto quasi da subito che gli aggiornamenti hanno riguardato sopratutto l’OS Windows e Mac OS X. Per il primo infatti è disponibile l’ultima versione sia a 64 che a 32 bit cioè Voxelizer 1.4.17, mentre per OSX è disponibile la versione precedente cioè la 1.4.16. Mentre è da segnalare che per Linux siamo fermi alla versione 1.1.1 dei primi del 2015 nel formato .deb e nota dolente solo per sistemi a 32 bit.

VOXELIZER_1.4.17

Più nel dettaglio vediamo quali sono le novità negli ultimi aggiornamenti e più precisamente nella versione 1.4.17 per Windows e nella versione immediatamente precedente 1.4.16 disponibile solo per OSX dato che la versione Windows è passata dalla 1.4.15 alla 1.4.17. Le modifiche principali sono:

Per la versione 1.4.16

Modifiche principali

  • Miglioramenti sostanziali per il flusso di lavoro di fresatura 2D con:
    • regolazioni di interfaccia utente;
    • è ora possibile scegliere un tipo di approccio per iniziare la fresatura;
    • è ora possibile utilizzare le linee DXF per la fresatura 2D;
    • la posizione di blocco materiale e dimensioni possono ora essere definiti per la fresatura a laser;
    • se il dxf contiene linee al di fuori della zona di materiale definito, verremo avvisati con un messaggio (sarà possibile agganciare le linee);
    • un messaggio di avviso viene visualizzato quando la testina di stampa viene spostato al di sotto dell’altezza del materiale definito;
    • un messaggio di avviso viene visualizzato quando l’asse Z si trova sopra il blocco del materiale;
    • pulsanti 1-4 in editor di DXF permettono ora di cambiare la modalità di modifica (vista-move-add-remove);

Altre modifiche

  • nuova metodo di modifica sostanziale (in modalità sperimentale), permette l’aggiunta di ulteriori linee interne invece di un artefatto esterno;
  • quando al software viene chiesto di stampare direttamente un gcode che non ha il comando home su una stampante unhomed, viene visualizzato un messaggio di avviso;
  • changelog del firmware viene ora visualizzato quando l’aggiornamento del firmware è disponibile;
  • miglioramenti nella velocità di generazione Gcode;
  • miglioramenti delle prestazioni generali;
  • è ora possibile clonare oggetti voxel (tasto destro -> clone);
  • collegamenti zmorph del tutorial sono stati aggiunti nel menù per un aiuto;
  • moltiplicatore di velocità della stampante è impostato al 100% nei gcodes generati;

Default settings changes

  • dimensione minima del filamento è ora di 10 millimetri di default in tutti i preset;
  • impostazioni predefinite incisione laser sono stati cambiati per quelli che danno buoni risultati nella maggior parte dei casi;
  • lunghezza drop di default è ora 0 per il taglio laser;
  • il tipo di approccio di default nella fresatura 2D è ora ‘along chain’ (approccio liscia);

Correzioni di bug fix.

Per la versione 1.4.17 (Solo Windows):

Modifiche principali

  • miglioramenti significativi nella qualità di stampa

Qualità di stampa

  • modello visivo per garantire una buona qualità nelle aree visibili della stampa, mentre si nascondeva manovre rischiose nelle aree invisibili (sulla base di Ambient Occlusion);
  • il nuovo modello è attivato di default e può essere disattivato in (impostazioni di stampa -> Avanzate -> progetto -> visibilità);
  • riduzione dell’importo filamento nelle curve strette per evitare causi una tracimazione;

Miglioramenti generali

  • una nuova modalità per gli oggetti voxel per il rendering basato sulla ambient occlusion;
  • home status non appare più nella console di default;
  • file di progetto voxelizer (.vox) hanno ora una compressione superiore, con file di dimensioni inferiori;
  • materiali gradient-type a duplice Pro sono ora controllate da una curva modificabile;
  • modifica sostanziale artifact che dovrebbe aderire meglio alla zattera di potenza;
  • ogni volta che si avvia voxelizer, i preset di default sarà sovrascritto se sono più vecchi di quelli più recenti;
  • una opzione ‘inviare un feedback’ è stata aggiunta al menu di aiuto;
  • alcuni miglioramenti di sicurezza;
  • migliorato il progresso per DICOM voxelization;
  • elenco dei materiali ora si aggiornano correttamente quando viene aggiunto un nuovo materiale;
  • altre piccole modifiche e correzioni.

Comunque per vedere tutta la cronologia degli aggiornamenti basta andare alla pagina per il download. Per effettuare il download basta inserire una mail valida premere “Send” e sarà possibile scegliere la versione di Voxelizer da scaricare in base anche all’OS che si utilizza.

Voxelizer è un software che utilizza i pixel piuttosto che le mesh triangolari una tecnica chiamata voxelization da qui anche il nome del software.

Voxelizer è dedicato sopratutto alla stampante come detto prima aggiornataZmorph 3D 2.0 S dato che è creato in casa dalla società produttrice di stampanti 3D, ma, è compatibile tutte le stampanti RepRap 3D tra cui Makerbot eUltimaker. Il software apre anche altre possibilità dato che permette il processo di fresatura 3D ed il taglio laser.

Voxelizer con gli ultimi aggiornamenti è in grado di di generare gcodes dalla geometria 3D. Ed ora è capace di importare anche file con estensioni più diffuse quali OBJSTL.

In Voxelizer l’oggetto viene convertito in voxel. Infatti, l’intero modello da stampare viene trattato nel suo complesso volumetrico (come atomi).

Link al sito Voxelizer;

Link al sito delle stampanti Zmorph 3D;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*