LibreOffice 6.4.1 e LibreOffice 6.3.5


Da segnalare due aggiornamenti per LibreOffice. Il primo LibreOffice 6.3.5 del 20 febbraio per la quinta versione minore della famiglia LibreOffice 6.3 destinata agli ambienti di produzione versione Still. Il secondo LibreOffice 6.4.1 o meglio la prima versione minore della famiglia LibreOffice 6.4, rivolta agli appassionati di tecnologia e agli utenti esperti versione Fresh rilasciato in data 27 febbraio.

Credo sia sempre utile ricordare che LibreOffice è un software libero di produttività personale multipiattaforma prodotto da The Document Foundation, nato dal fork di OpenOffice.org nonchè una delle migliori alternative al predominio “Office”. La Suite comprende una serie di programmi tra cui Calc (elaboratore di fogli di calcolo), Writer (word processor), Impress (per la creazione di presentazioni multimediali), Base (per i DB), Draw (per la grafica vettoriale) e Math (per le formule matematiche).

Bisogna rammentare anche che LibreOffice offre la massima compatibilità nell’arena della suite per ufficio, a partire dal supporto nativo per l’Open Document Format (ODF), con caratteristiche di sicurezza e interoperabilità superiori rispetto ai formati proprietari. Nonchè il supporto quasi perfetto per i file DOCX, XLSX e PPTX.

LibreOffice 6.3.5 Still

La nuova versione fornisce sostanzialmente correzioni di errori e regressioni e miglioramenti alla compatibilità dei documenti. Come sempre è posibile vedere alle pagine del registro le modifiche di LibreOffice 6.3.5 disponibile sul wiki di TDF: per RC1 e RC2.

LibreOffice 6.4.1 Fresh

Come detto LibreOffice 6.4.1 rappresenta la prima versione minore della famiglia LibreOffice 6.4. Include oltre 80 correzioni di errori e miglioramenti alla compatibilità dei documenti. Un elenco più completo delle nuove funzionalità di LibreOffice 6.4.1 è disponibile nella pagina wiki delle Note di rilascio per RC1 e RC2.

Gli utenti di LibreOffice, i difensori del software libero e i membri della comunità possono supportare The Document Foundation (TDF) con una donazione su https://www.libreoffice.org/donate/.

LibreOffice ha come sempre due rami di aggiornamenti uno più aggiornato denominato “Fresh” ed uno meno aggiornato ma più stabile denominato  “Still”.

  • La versione “Fresh” rappresenta la versione più aggiornata quindi non esente da bug, e come tale è rivolto ad appassionati di tecnologia e coloro che per prima vogliono provare le nuove caratteristiche.
  • Per tutti gli altri utenti e per l’utilizzo in ambito aziendale, TDF raccomanda la versione più matura “Still” e suggerisce di ricorrere sempre al supporto di professionisti certificati sulla base delle best practice per la migrazione, la formazione e la soluzione degli eventuali bug (http://www.libreoffice.org/get-help/professional-support/).

Per scaricare le ultime versioni disponibili per il proprio sistema operativo e la propria architettura della nota suite d’ufficio “rilasciata da TDF, questi i link per il download della versione “Fresh” e “Still“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.