LibreOffice aggiornati la versione Fresh e Still


Nel giro di pochi giorni, precisamente prima il 9 maggio è stato ufficializzato il rilascio di LibreOffice 5.2.7 Still mentre è di ieri invece il rilascio di LibreOffice 5.3.3 Fresh.

LibreOffice 5.2.7 Still

Come detto il 9 maggio è stato rilasciato LibreOffice 5.2.7 in versione Still, la settima ed ultima point release della serie 5.2. Quindi ha raggiunto il limite di aggiornamenti ed nei primi giorni di giugno per continuare a ricevere gli aggiornamenti bisognerà migrare a quella che sarà la versione 5.3 Still.

LibreOffice 5.2.7 apporta 43 correzioni di bug e, per tutti quelli interessati ai particolari ed ai dettagli tecnici circa il rilascio per LibreOffice 5.2.7, basta accedere al registro delle modifiche sul wiki per il rilascio disponibile come sempre sia per la RC1 che per la RC2.

LibreOffice 5.2.7 è già disponibile per il download al link.

LibreOffice 5.3.3 Fresh

Come detto ieri 11 maggio è stato annunciato da parte della The Document Foundation (TDF) del rilascio della nuova versione di LibreOfficeFresh”. Rilasciato infatti LibreOffice 5.3.3Fresh”, il terzo aggiornamento minore della famiglia 5.3 rilasciato nei primi di febbraio.

LibreOffice 5.3 ha rappresentato una delle versioni della suite che presenta più novità e funzionalità nella storia dei rilasci dell’applicazione.

LibreOffice 5.3.3 integra più di 70 patch, con un aggiornamento del Sifr dell’icona Monochrome Set e diverse correzioni per l’interoperabilità con i documenti di Microsoft Office.

Anche in questo versione per coloro interessati ai particolari ed ai dettagli tecnici circa il rilascio dell’ultima versione di LibreOffice Fresh, basta accedere al registro delle modifiche sul wiki per il rilascio disponibile  sia per la RC1 che per la RC2.

LibreOffice ha due rami di aggiornamenti uno più aggiornato denominato “Fresh” ed uno meno aggiornato ma più stabile denominato  “Still”.

  • La versione “Fresh” rappresenta la versione più aggiornata quindi non esente da bug, e come tale è rivolto ad appassionati di tecnologia e coloro che per prima vogliono provare le nuove caratteristiche.
  • Per tutti gli altri utenti e per l’utilizzo in ambito aziendale, TDF raccomanda la versione più matura “Still” e suggerisce di ricorrere sempre al supporto di professionisti certificati sulla base delle best practice per la migrazione, la formazione e la soluzione degli eventuali bug (http://www.libreoffice.org/get-help/professional-support/).

Per scaricare le ultime versioni disponibili per il proprio sistema operativo e la propria architettura della nota suite d’ufficio “rilasciata da TDF, questi i link per il download della versione “Fresh” e “Still“.

Gli utenti LibreOffice, e i sostenitori tutti del software libero e i membri della comunità possono sostenere The Document Foundation con una donazione: http://donate.libreoffice.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*