LibreCAD 2.0.9


Disponibile da poco un nuovo aggiornamento per il CAD Open Source 2D e multi – piattaforma più conosciuto nato dalla versione community di QCAD e che da sempre aspira ad ottenere una fascia di utilizzatori, sperando in una versione 3.0 che dovrebbe essere imminente… la nuova versione rilasciata ancora non è adatta per un uso in produzione ed è giustamente indicata anche nelle note di rilascio come “principalmente una release di bug fixing“.

Rilasciato LibreCAD 2.0.9 dopo tante versioni di NightlyBuilds sia del ramo “2.0” che di quello “Master” che rappresentano gli sviluppi di LibreCAD ma come facile intuire sono naturalmente pieni di bug e non bisogna aspettarsi delle grosse novità rispetto all’ultima versione.

Comunque per chiunque voglia provarli questa la pagina NightlyBuilds per l’OS Windows che poi è quello più aggiornato.

Ritorniamo alla all’ultimo aggiornamento ovvero LibreCAD 2.0.9 (aggiornamento non disponibile per il momento per la piattaforma iOS dove come ultima versione siamo fermi alla 2.0.8 del 25 agosto 2015 disponibile per Yosemite e per Mavericks).

Come detto, LibreCAD 2.0.9 è principalmente una release di bug fixing, corretti infatti alcuni crash del sistema, risolti molti bug per quanto concerne il supporto DWG e problematiche varie su file DXF. Per il supporto al DWG motlo richiesto bisogna dire grazie all’esperto di CAD Rallaz.

Altri miglioramenti della versione 2.0.9 è sui comandi spline/ splinepoints. Ancora, se disegniamo un rettangolo tramite l’apposito comando, ora verrà rappresentato da una polilinea come fiusto che sia invece che da quattro linee separate. Per le polilinee miglioramenti ancora sullo smusso/ raccordo. Si è lavorati anche sul completamento dei comandi e dei comandi supportati, oltre a miglioramenti di supporto lingua.

Da leggere anche l’articolo sul blog “LibreCAD 2.1.0, what are we up to this time??” per vedere tutti i progressi  per i prossimi rilasci. LibreCAD 3, probabile interagirà con altri software CAD quali BRL-CAD e FreeCAD. Questo grazie al cambio di licenza previsto per la versione 3…

Come sempre al primo avvio a meno che non si aggiorna una versione precedente compare una schermata dove si imposta l’unità di misura e la localizzazione (si può scegliere fra le oltre 20 lingue presenti tra cui naturalmente l’italiano).

Comunque si possono cambiare le impostazioni anche successivamente nel caso si avesse la necessità da Modifica -> Impostazioni Applicazione e qui si anno tre linguette “Aspetto“, “Percorsi“, e “Parametri“. Mentre per andare alle preferenze sempre Modifica -> Preferenze Disegno Corrente e anche qui comparirà una schermata con varie linguette per il settaggio di “Carta“, “Unità“, “Griglia“, “Quote” e “Curvilinee“.

LibreCAD_2.0.8_1

Ricordiamo essendo un software Open Source è possibile scaricare, installare e distribuire LibreCAD liberamente, senza nessun timore di violazione del copyright la licenza utilizzata è infatti la GPLv2 public license.

Per scaricare l’aggiornamento alla versione corrente la 2.0.9 ancora solo per Windows, come sempre basta andare su Sourceforge.

Per gli utenti Linux in generale si può scaricare l’ultima versione del software dal codice sorgente disponibile. Questo l’indirizzo github;

Le ultime versioni stabile del software per le versioni Linux sono comunque reperibile nei repository ufficiali delle distro. In alternativa, si può effettuare il download dal sito LibreCAD per scaricare il .deb per Debian, Ubuntu e derivate ed il .RPM per OpenSuSe, Fedora ecc.

LibreCAD ha intorno una community molto attiva e offre alcuni strumenti per migliorare il programma anche tramite la possibilità di segnalare bug o per la richiesta di nuove funzionalità a ancora per le richieste di supporto. Basta consultare github o sul wiki e su github wiki o le mailing list.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*