QCAD 3.14.2


Disponibile dopo due aggiornamenti in successione QCAD 3.14.2. QCAD è il CAD 2D multi – piattaforma della Ribbonsoft, in continuo aggiornamento e da considerarsi un ottimo CAD per il 2D.

Ricordo sempre che QCAD è un software multi – piattaforma ed è disponibile in tre varianti versioni. Ovvero: nella versione PRO quella a pagamento, nella versione base gratuita e nella versione community come software Open Source.

Le modifiche e gli aggiornamenti di dei due aggiornamenti rispetto alla versioni precedenti sono:

Per QCAD 3.14.1 (con rilascio del 18 aprile) rispetto alla versione precedente la 3.14.0:

  • Salvataggio dei file DXF / DWG con il set di layout corrente al modello di layout, migliora lo scambio di dati con altri prodotti software capaci di importare solo il layout corrente;
  • Modifiche nelle preferenze dell’applicazione:
    • Zoom automatico on load in Modifica> Preferenze applicazione> Vista Grafica> Aspetto> Auto Zoom> Zoom automatico on load;
    • Aggiungere preferenza del tema in Modifica> Preferenze applicazione> Generale> Tema “in modalità sperimentale aggiunto il tema (Dark)”;
  • Per il solo QCAD Professional, Fix sul manuale integrato nri pacchetti a 32 bit per Linux;
  • Per QCAD Community Edition risolto il bug FS#1377 – CE – is asking to save an untouched drawing;

Per QCAD 3.14.2 (con rilascio del 19 aprile) rispetto alla versione precedente la 3.14.1:

  • Fix di varie icone;
  • Aggiunte altre icone per i temi dark;

Per vedere tutti i cambiamenti di questa e delle altre versioni delle nuove aggiunte o dei problemi riscontrati e risolti, basta andare alla pagina qcad – changelog.

Anche in questa versione come accade ormai da un pò, non verranno più scaricati la versione community e quella professional separatamente. Infatti, ci troveremo installato QCAD con in versione di prova gratuita gli add-on della versione PRO. Gli add-on il consistono nel supporto DWGPRO TOOLS e CAM. Avremo quindi installato con durata di tutte le funzioni a tempo la versione Trial di QCAD Professional, e scaduto il tempo di prova che dura 15 minuti a sessione si proseguirà con l’utilizzo della versione community. Per riutilizzare gli add-on bisogna riavviare il software.

Se vogliamo invece utilizzare QCAD in tutto e per tutto in versione Community bisogna disinstallare i componenti aggiuntivi di prova a tempo. Per disinstallare i componenti aggiuntivi, basta cliccare sulla “X” accanto al componente aggiuntivo evidenziato a destra nella finestra di prova.

Da vedere anche QCAD Command Line Tools pagina che illustra alcuni strumenti da riga di comando che consentono la conversione batch dei file di disegno CAD (aggiornato al 15 marzo 2016).

Sito ufficiale di QCAD da dove si scarica l’ultima versione del software. Disponibile per Windowsa 32 e 64 bit con pieno supporto a Windows 10, per Linux a 32 e 64 bit e per Mac OS X versioni per gli OS 10.11, 10.10, 10.9, 10.8, 10.7, 10.6 solo processori Intel. Per il download;

Il codice sorgente di QCAD e solo il sorgente è rilasciato sotto i termini della (GPL v3GNU General Public Licenseversione 3. Per vedere tutte le licenze vedere il file LICENSE.txt ;

Questo invece il sito della Ribbonsoft da qualche tempo è disponibile una sola versione quella Professional al costo di  33.00 €  mentre ulteriore consegne avverranno su supporto CD-ROM al costo di € 12.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*