CloudCompare 2.7.0


Nuovo aggiornamento con relativo aumento di versione per CloudCompare, il software Open Source per l’elaborazione delle nuvole di punti e delle mesh originariamente progettato per eseguire il confronto tra due nuvole di punti 3D o tra una nuvola di punti ed una maglia triangolare ed oggi invece un software completo e multi – piattaforma.

Rilasciato il 23 marzo 2016 CloudCompare 2.7.0.

La versione 2.7 appena rilasciata è un grande passo in avanti per il software e porta molte modifiche. CloudCompare supporta gli aggiornamenti principali dei principali sistemi operativi, con supporto per Windows 10, Mac OS 10.10 e Ubuntu Linux 16.04.

Le nuove caratteristiche della versione di CloudCompare 2.7.0 ripetto alla precedente sono:

  • Nuovo strumento Tools > Volume > Compute 2.5D volume (esempio di 2.5D Volume nella pagina apposita del Wiki) che permette di:
    • Calcolare il volume tra due nuvole o tra una nuvola e un piano (lungo una direzione principale);
    • Proiettare i punti in una griglia 2.5D con interfaccia simile allo strumento “Rasterize“;
    • Disponibili altre statistiche quali added/removed volume, surface, ecc;

  • Nuovo strumento Tools > Trace polyline (grazie al lavoro di  Luca Penasa. Wiki “Trace polyline“):
    • Strumento “con nuova icona dedicata nella barra degli strumenti principale” che permettedi raccogliere punti su tutte le entità visibili (mesh o nuvole) nella vista 3D attiva di polilinee 3D;
    • Permette di generare un contorno stretto con la scelta automatica di diversi punti tra ogni vertice “sovra-campionamento”.

  • Supporto per gli occhiali NVIDIA 3D Vision (grazie al lavoro di AMFAX). Con supporto per la modalità stereo “disponibile con la versione Stereo di CloudCompare disponibile per il solo Windows a 64bit”. La modalità staereo bisogna abilitarla dal pannello di controllo NVIDIA Pannel e impostare manualmente la frequenza a 100 / 120 Hz;
  • Supporto per il dispositivo Oculus Rift disponibile sempre in modalità stereo. Bisogna impostare le unità in metri ed è preferibile un mouse 3D. Funziona meglio con i file Faro o in formato PTX. Lo sviluppo è ancora in fase alpha;
  • Disponibile il nuovo metodo Edit > Colors > Convert to grey scale;
  • Nuovo strumento Tools > Sand-box > Distance Map:
    • Permette di calcolare le mappe a distanza per le nuvole;
    • Offre la possibilità di filtrare all’interno di una zona scelta i punti in uscita;
  • Disponibile l modalità a scherme interno esclusivamente per le viste 3D. Per rendere lo schermo attivo alla vista 3D, tasto di scelta rapida F11;

La lista dei miglioramenti tocca vari strumenti ed è veramente lunga. Comprende infatti:

  • Strumento Rasterize:
    • Ora può calcolare “Hillshade”, gestisce i colori in RGB, dispone di una finestra di dialogo per l’esportazione raster aggiornata, esporta le immagini con la scala di colore attivo di default;
    • L’opzione “resample” può essere utilizzata con una proiezione ad altezza media. In questo caso solo le coordinate del punto originale vengono mantenute;
    • Il tasto “Cancel” della barra di aggiornamento della griglia di avanzamento è ora funzionante;
    • Meccanismo LOD migliorato (più veloce e intelligente);

  • Strumento Cross section (Sezione):
    • Lo strumento è ora basato su basato su OpenGL che velocizza il display e favorisce una corretta integrazione con il nuovo meccanismo LOD;
    • L’orientamento del box può ora essere configurato tramite il pulsante “advanced“;
    • Disponibile nuovi pulsanti, uno per nascondere il ritaglio del box ed un altro per per ripristinare le impostazioni precedenti;

  • Section Extraction tool “Estrattore di Sezioni” sul wiki Extract Sections:
    • Disponibie la nuova opzione “Unfold cloud”, molto utile per scartare una nuvola che non ha una forma cilindrica;
    • Lo strumento mantiene ora il filtro GL attivo;
  • qAnimation:
    • Disponibile adesso in uscita i video nel formato mp4;
    • L’utente vede ora tutte le finestre nella lista e può abilitare / disabilitare ciascuna finestra separatamente;
    • Nuova opzione ‘loop’ (per chiudere il ciclo);
    • L’anteprima può essere avviato dal passo selezionato;
    • Nuova opzione ‘Super Resolution‘ (per ammorbidire l’uscita video);

  • Disponibile un nuovo meccanismo di cambiamento globale. La finestra di dialogo “Global Shift & Scale” ora consente di spostare i valori sopra 1.0e9 (per nubi georeferenziate in millimetri). Nuovo “File > Global Shift settings“;
  • La Modalità di visualizzazione Bubble consente ora la rotazione orizzontale e verticale e gestisce in modo corretto il mouse 3D;
  • I plugin “I/O plugins” sono ora caricati in modalità riga di comando e sono quindi disponibili nuove opzioni;
  • Modifiche ancora per “Distanza di calcolo”, “Point-pair based alignment tool”, “Sensors”, “SF Arithmetic tool”, “M3C2 plugin”, “CANUPO plugin”, “DP I/O plugin can now export DP files”, “File I/O”;
  • Per Mac OS X (grazie al lavoro di Andy Maloney) è stato aggiunto il supporto per oggetti buffer OpenGL Frame (OSA), per il formato di file CSV Matrix I/O, per i plugin: qFacet e qAnimation;
  • Ed altre modifiche minore e naturalmente la correzione di un gran numero di bug.

Per vedere la lista completa di tutte le modifiche di CloudCompare 2.7.0 questo il link che rimanda alle note di release.

Per scaricare l’ultima versione disponibile questo il sito CloudCompare da cui alla pagina download possiamo scaricare le ultime versione per l’OS Windows a 32 e 64 bit, sia la versione installer che la versione archivio (la sola versione a 64 bit è una versione Stereo).

Per Linux si rimanda  non più su Launchpad dove i file .DEB non sono più aggiornati dalla versione 2.6.0 e sono disponibile al massimo per Ubuntu  14.04 Utopic Unicorn e solo per i 32 bit quindi risultava non più eseguibile su sistema a 64 bit a meno che non si compilava dai sorgenti. Il nuovo PPA aggiornato sempre da Romain Janvier si trova ora su Bintray. Disponibile al momento ancora la versione 2.6.3 per Trusty 14.04, Wily 15.10 e addirittura Ubuntu xenial 16.04 in versioni per i386 e amd64. A breve dovrebbe essere disponibile CloudCompare 2.7.0 (prevista una versione non solo per Ubuntu ma anche er Debian).

Versione aggiornata all’ultima disponibile anche per Mac OS X. Mantenuta sempre da Andy Maloney e richiede Mac OS X 10.9+ (64-bit Intel). Per il download anche dalla pagina principale del progetto saremo indirizzati al sito QUI.

L’installazione del software su OS Linux e Mac OS X (a differenza di Windows), installa sia il software CloudCompare che il visualizzatore ccViewer.

Dato che CloudCompare è un software Open Source da github si possono scaricare i sorgenti.

CloudCompare dispone ora di molti algoritmi avanzati che permettono al software di fare il ricampionamento, la registrazione, colore, calcolo delle normali, ecc.

CloudCompare è un software Open Source e multi-piattaforma capace di aprire e salvare in diversi formati, come BIN, ASCIIPLYOBJ, VTK,LAS,E57OUT, PCD, SOI, PNPV, ICM, mentre permette il salvataggio per le nuvole di punti in BIN, ASCII, PLYLAS, E57, VTKPN, PV, PCD mentre per le mesh in OBJ, PLY, VTK, MAYA (ASCII).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*