Via krita.org

Nuova raccolta fondi per Krita


Da poco lanciata una nuova raccolta fondi per Krita. Ma mentre con le precedenti raccolte si cercava esclusivamente di fare progredire quindi uno sviluppo del programma, con questa raccolta fondi si cerca di sopratutto di rendere il software stabile.

Come viene scritto sul sito con questa raccolta si vuole correggere i bug, rendere Krita più stabile e portare più lucentezza e brillantezza a tutte le funzionalità.

Krita, software open source di livello professionale per il digital painting denominato dallo staff “lo studio digitale gratuito full-optional di pittura per artisti

Quindi, obiettivo dichiarato è “Bug a tempo pieno”, si vogliono risolvere quanti più bug possibili con un obiettivo impossibile quale zero bug come viene infatti dichiarato sul sito “i bug sono come le tasse e saranno sempre con noi”. Ma nel team sanno che è possibile migliorare di molto Krita.

Krita Developer Fundraiser: let’s squash the bugs

Krita Developer Fundraiser: let’s squash the bugs

E’ anche possibile votare su quale area di Krita lavorare. Sono infatti state raggruppate turri i bug ed i desideri presenti nel sistema di bug in 10 aree principali. Ordinato per numero di rapporti, l’elenco inizia con papercuts e termina con gli stili di livello. Obiettivo è pulire il database dei bug. Per fare questo è stata indetta una campagna tra sabato 15 settembre e lunedì 15 ottobre dove, verrà data la possibilità di votare le priorità, e si inizierà su ciò che il voto ha definito più importante.

La classifica cambia di giorno in giorno, ad oggi si ha:

  1. Papercuts. 229 segnalazioni;
  2. Brush engines. 82 segnalazioni;
  3. Animation. 64 segnalazioni;
  4. Color Management. 46 segnalazioni;
  5. Layers. 43 segnalazioni;
  6. Vector Objects and Tools. 27 segnalazioni;
  7. Text. 19 segnalazioni;
  8. Shortcuts and Canvas Input. 18 segnalazioni;
  9. Resource Management and Tagging. 18 segnalazioni;
  10. Photoshop Layer Styles. 16 segnalazioni;

Per i sostenitori più generosi “50 euro o più” ci sarà in omaggio il download del pacchetto di pennelli Digital Atelier di Ramon Miranda.

Questa volta non è stato utilizzato Kickstarter o un’altra piattaforma di finanziamento di terze parti. Quindi è possibile donare anche con paypal, o una delle opzioni bancarie, o anche bitcoin. Non c’è nemmeno un importo minimo necessario.

Quando si fa la donazione, c’è un’opzione per iscriversi ai futuri aggiornamenti. Questo aiuta a rimanere aggiornato con quello che sta succedendo con le raccolte fondi o gli errori risolti dalla campagna. Durante la campagna ci saranno aggiornamenti regolari; in seguito si annunceranno solo nuove uscite.

Fonte krita.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.