Open Data della Regione Lazio finalmente pubblica la CTR 1:5.000


Finalmente disponibile sul portale Open Data della Regione Lazio la cartografia vettoriale 1:5000, iniziata nei primi anni del 2000 e giunta finalmente a destinazione vettoriale dopo varie vicissitudini.

Ad esempio per la provincia di Roma è possibile scaricare la Carta Tecnica Regionale – elaborazioni del 2002 – scala 5000 con licenza CREATIVE COMMONS ATTRIBUTION (cc-by). La CTRN 5K è disponibile nel formato SHP, DXF, DWG, PDF. Anche un DTM a 5m è disponibile in formato DXF.

Open Data Lazio
“2002 CTRN 5K SHP Roma”

Un ottimo sito web, difficile da trovare, perchè i portali cartografici della regione Lazio non lo menzionano bene, riportando un esiguo link a generici Open Data, dai quali però digitando la parola cartografia si accede a centinaia di fogli cartografici nei vari formati citati. Vi riporto pertanto il link diretto: dati.lazio.it.

L’Open Data ha vinto sopra la chiusura dei sistemi GIS e dei portali cartografici che da molto tempo consentivano solo visualizzazioni improbabili, lente e poco utili agli utenti che di cartografia avevano bisogno per la manutenzione del territorio. Un’opera che ha attraversato il tempo e l’evoluzione delle tecnologie, dovendosi ripresentare in forma digitale dopo essere stata iniziata in forma cartacea.

Purtroppo constatiamo oggi come negli anni passati abbiamo perso tempo ed energie preziose per costruire sistemi informativi geografici parzialmente disponibili al pubblico.

Una inspiegabile ritrosia alla divulgazione della immagine convenzionale, cartografica del territorio, quasi come un male che ha colpito le amministrazioni e gli organi cartografici italiani, viziati forse da coloro che avevano tutto l’interesse a fare poca chiarezza sull’antropizzazione sfuggita fuori controllo con il conseguente consumo di suolo che avanza clamorosamente.

Cartografie inizialmente protette e disponibili solo dietro richieste particolari o date in concessione, quasi contenessero preziosi segreti militari, sono state nel tempo con una serie di interventi informatici sempre più complessi e costosi, messe a disposizione sul web, purtroppo fruibili con sistemi riservati ad esperti e quindi di difficile uso da parte degli utenti comuni e dei semplici cittadini.

Oggi è finalmente possibile scaricare i fogli di mappa dell’intera Cartografia Tecnica Regionale nella scala, fondamentale in urbanistica, 1:5000 e guardandola ci si rende immediatamente conto dell’importanza della acquisizione del dato cartografico, rispetto alla sua informatizzazione.

Eppure gli investimenti per la realizzazione di aggiornamenti della cartografia oggi sono nulli rispetto agli investimenti effettuati ed ancora in corso per la struttura digitale di gestione. Gestione di che? Il dato cartografico va aggiornato, se così non fosse vuol dire che avremmo raggiunto quell’equilibrio agognato in cui il territorio non modificandosi più non avrebbe più bisogno delle nostre attenzioni.

Via Rivista Geomedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.