LibreOffice 5.3.1 “Fresh”


Annunciato da parte della The Document Foundation (TDF) del rilascio della nuova versione di LibreOffice “Fresh”. Rilasciato infatti LibreOffice 5.3.1 “Fresh”, il primo aggiornamento minore della famiglia 5.3 rilasciato i primi di febbraio.

LibreOffice 5.3 ha rappresentato una delle versioni della suite che presenta più novità e funzionalità nella storia dei rilasci dell’applicazione. Questo rilascio corregge oltre 100 bug e altri problemi presenti in LibreOffice 5.3.

LibreOffice 5.3 presenta una interfaccia utente perfezionata per velocizzare il lavoro e farlo in modo più intelligente. Migliorata notevolmente la gestione delle palette dei colori, ora è più facile ottenere aiuto e risolvere i problemi con il proprio profilo. Migliorato il layout del testo e la compatibilità con altri software per l’ufficio ed è la prima release completa del codice sorgente di LibreOffice on-line, per eseguire la suite sulla propria infrastruttura con un cloud privato.

Questo rilascio corregge oltre 100 bug e altri problemi presenti in LibreOffice 5.3.

LibreOffice 5.3.1 “Fresh” rappresenta (come sempre) la versione più aggiornata quindi non esente da bug, e come tale è rivolto ad appassionati di tecnologia e coloro che per prima vogliono provare le nuove caratteristiche introdotte nella suite.

Per l’utilizzo in ambito aziendale, TDF raccomanda la versione più matura “Still” (ultima versione disponibile la 5.2.6 rilasciata pochi giorni fa) e suggerisce di ricorrere sempre al supporto di professionisti certificati sulla base delle best practice per la migrazione, la formazione e la soluzione degli eventuali bug (http://www.libreoffice.org/get-help/professional-support/).

Per i dettagli tecnici è possibile trovare i registri delle modifiche di LibreOffice 5.1.1 sul wiki per il rilascio disponibile come sempre sia per la RC1 che per la RC2.

Per scaricare le ultime versioni disponibili della nota suite d’ufficio “rilasciata da TDF, questi i link per il download della versione “Fresh” e “Still“.

Gli utenti LibreOffice, e i sostenitori tutti del software libero e i membri della comunità possono sostenere The Document Foundation con una donazione: http://donate.libreoffice.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*