LibreOffice 5.3.0


Come preannunciato e senza ulteriori rinvii è disponibile il nuovo aggiornamento annunciato da The Document Foundation (TDF) per LibreOffice. Rilasciato infatti LibreOffice 5.3, una delle versioni della suite che presenta più novità e funzionalità nella storia dei rilasci dell’applicazione.

Come sempre la suite è disponibile per i principali sistemi operativi quali: Windows, MacOS e Linux e per la prima volta anche per il cloud privato.

Ricordo che LibreOffice è la suite per l’ufficio Open Source, ricca di funzionalità, che tiene testa a tutti gli altri prodotti nella stessa categoria, ma emerge per le migliori funzioni di interoperabilità.

LibreOffice 5.3 rappresenta un significativo passo in avanti nell’evoluzione del software: offre un’introduzione alle nuove funzioni come, l’editing collaborativo online, e allo stesso tempo fornisce miglioramenti incrementali, per rendere il programma più affidabile, interoperabile e user-friendly.

NUOVE FUNZIONALITA’:

Interfaccia utente perfezionata per velocizzare il lavoro e in modo più intelligente. Migliorata notevolmente la gestione delle palette dei colori, è più facile ottenere aiuto e risolvere i problemi con il proprio profilo. Migliorato il layout del testo e la compatibilità con altri software per ufficio ed è la prima release completa del codice sorgente di LibreOffice on-line, per eseguire la suite sulla propria infrastruttura cloud privato.

Writer ora supporta gli stili della tabella, ciò consente di applicare la formattazione a una tabella che si conserva quando si effettuano delle modifiche. Inoltre, i nuovi strumenti di disegno sono disponibili durante la navigazione dei documenti. L’impostazione delle pagine e ora molto più veloce.

Calc presenta una nuova serie di stili di cella di default, dispone di una funzione “median” durante la creazione di tabelle pivot. Nelle nuove installazioni è presente la funzione “Permetti caratteri jolly nelle formule” che permette di garantire l’interoperabilità con Microsoft Excel di default.

Impress include due nuovi bellissimi modelli di presentazione, mentre quelli preesistenti sono stati migliorati. All’avvio del programma appare un selettore modello per un rapido inizio. Il programma è ora ancora più semplice per lavorare con le proprietà di scorrimento in modalità diapositiva.

Un elenco delle nuove funzioni più importanti è disponibile in un documento separato (Link) e si presenta in una serie di video (presenti anche sopra e comunque al link). Per maggiori dettalgi sulle caratteristiche della nuova versione è possibile trovarle alle Note di rilascio.

LIBREOFFICE ONLINE

Come detto LibreOffice 5.3 presenta la prima release di LibreOffice Online, un cloud office che fornisce l’editing collaborativo di documenti in un browser riutilizzando il “core engineLibreOffice. LibreOffice Online è fondamentalmente un servizio di server e deve essere installato e configurato con l’aggiunta di un cloud storage e un certificato SSL, che naturalmente non sono inclusi nella soluzione. LibreOffice Online è possibile installare ed utilizzare grazie a Docker. Le immagini per Docker dono disponibili all’indirizzo Hub.Docker.com.

Altra novità è la Notebookbar introdotta in modo sperimentale nella versione 5.3 che è possibile attivare e che va ad affiancarsi alle interfacce presenti.

Per scaricare le ultime versioni disponibili per il proprio sistema operativo e la propria architettura della nota suite d’ufficio “rilasciata da TDF, questi i link per il download della versione “Fresh” e “Still“.

Gli utenti LibreOffice, e i sostenitori tutti del software libero e i membri della comunità possono sostenere The Document Foundation con una donazione: http://donate.libreoffice.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*