Progetto Share-PSI 2.0


Si terrà a Berlino il 25 e 26 novembre il quinto workshop organizzato nell’ambito del progetto Share-PSI 2.0, la rete europea per lo scambio di esperienze e di idee per l’attuazione delle politiche di dati aperti nel settore pubblico.

share_psi_logo_horz_RGB

Oltre a far parte del Programme Committee, AgID partecipa al workshop proponendo un paper incentrato sull’uso dei vocabolari per sottolineare il fatto che il successo delle politiche sul riutilizzo dei dati pubblici dipende non solo dalla disponibilità dei dati ma anche dal loro grado di interoperabilità.

In particolare, l’oggetto del paper è la definizione del profilo italiano del vocabolario CPSV (Core Public Service Vocabulary), definito nell’ambito del programma ISA, da assumere come base per la realizzazione del catalogo dei servizi della PA.

L’incontro del workshop sarà incentrato sul tema “Maximising interoperabilitycore vocabularies, locationaware data and more” e come i precedenti potrà fornire elementi significativi e buone pratiche da richiamare nelle linee guida che orienteranno le azioni conseguenti al recente recepimento della direttiva PSI 2.0.

Particolare importanza nel workshop avrà proprio la geolocalizzazione, intesa come parte integrante dell’informazione pubblica. A tale proposito, nel programma è prevista la trattazione di alcuni temi su cui anche AgID è attiva: una sessione curata da JRC sull’implementazione delle linee guida sugli RDF INSPIRE (elaborate nell’ambito dell’iniziativa AR3NA) con lo scopo di evidenziare i potenziali benefici derivanti dall’utilizzo dei dati INSPIRE linked nelle applicazioni di e-government e una presentazione relativa alla specifica GeoDCAT-AP (estensione del profilo DCAT-AP per i dati geografici) per illustrare le questioni ancora aperte nella trasformazione dei metadati INSPIRE nel formato RDF.

Via RNDT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.