LibreOffice 6.0


The Document Foundation annuncia LibreOffice 6.0. Il nuovo rilascio come si capisce è una major release che migliora notevolmente la suite per ufficio gratuita. LibreOffice 6.0 è più potente, semplice e sicura che mai ed offre un’interoperabilità superiore con i documenti di Microsoft Office.

Come sempre la versione rilasciata il 31 gennaio è disponibile per sistemi Windows, macOS e Linux e per il cloud. La nuova major release aggiunge un gran numero di nuove e significative funzionalità al core engine e ai singoli moduli (Writer, Calc e Impress / Draw), con l’obiettivo di fornire agli utenti il ​​meglio in termini di produttività personale.

Video che mostra le principali caratteristiche del nuovo LibreOffice 6.0

Tra le novità principali troviamo la Notebookbar, che sebbene sia ancora una funzionalità sperimentale, è stata arricchita con due nuove varianti: Grouped Bar Full per Writer, Calc e Impress e Tabbed Compact per Writer.

In Writer, è stato aggiunto un menu Modulo che semplifica l’accesso a una delle più potenti e spesso sconosciute funzioni di LibreOffice: la capacità di progettare moduli e di creare moduli PDF conformi agli standard. La barra degli strumenti Trova è stata migliorata con un elenco a discesa di tipi di ricerca, per accelerare la navigazione. È stato aggiunto un nuovo stile di tabella predefinito, insieme a una nuova raccolta di stili di tabella per riflettere le tendenze visive in evoluzione.

Migliorata anche la funzione Stampa unione ora è possibile utilizzare un documento Writer o un file XLSX come origine dati.

In Calc, le funzioni compatibili con ODF 1.2 SEARCHB, FINDB e REPLACEB sono state aggiunte per migliorare il supporto per il formato standard ISO. Inoltre, è possibile esportare una selezione di intervalli di celle o un gruppo selezionato di forme (immagini) in formato PNG o JPG.

In Impress, la dimensione della diapositiva predefinita è stata impostata su 16: 9, per supportare i più recenti fattori di forma di schermi e proiettori. Di conseguenza, sono stati aggiunti 10 nuovi modelli di Impress e sono stati aggiornati un paio di vecchi modelli.

Sostituito il vecchio WikiHelp dal nuovo sistema di Help Online, con pagine Web interessanti che possono essere visualizzate anche su dispositivi mobili. I dizionari utente ora consentono l’affissione o la composizione automatica.

Le chiavi OpenPGP possono essere utilizzate per firmare documenti ODF su tutti i sistemi operativi desktop, con supporto sperimentale per la crittografia basata su OpenPGP. Per abilitare questa funzione, gli utenti dovranno installare il software GPG specifico per i loro sistemi operativi.

Come detto migliorata l’interoperabilità OOXML. Aggiunto anche nuovi filtri per l’esportazione di documenti Writer per ePub e importazione di file QuarkXPress, insieme con un filtro migliorato per l’importazione dei file EMF + (Enhanced Metafile Format) più usati per i documenti di Microsoft Office.

LibreOffice Online è fondamentalmente un servizio server e deve essere installato e configurato aggiungendo cloud storage e un certificato SSL.

Le nuove funzionalità introdotte con LibreOffice 6.0 mirano ad allineare le funzionalità delle versioni desktop e cloud, specialmente nelle aree in cui gli utenti si aspettano un comportamento simile.

Da segnalare poi che a breve sarà rilasciato LibreOffice Viewer per Android, che sarà in grado di creare nuovi documenti, offrirà una barra degli strumenti basata su schede con opzioni di formattazione e consentirà agli utenti di aggiungere immagini dalla fotocamera o da un file archiviato localmente o nel cloud.

Per il download di LibreOffice 6.0, questo il link.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.